Che cos’è un blog?

September 22nd, 2005 at 6:34 pm • permalink12 comments

Sempre più di frequente mi capita di sentir parlare della nascita di un nuovo blog.
Spesso si tratta di piccoli siti personali, altre volte di portali strutturati secondo lo stile di un blog, altre volte ancora di pubblicazioni che usano un blog come alternativa ad un CMS. In questo mix di gusti, che cos’è realmente un blog?

La domanda sembrerebbe semplice ma, a rifletterci bene, non lo è per nulla.
Che cos’è che definisce un blog come tale: la struttura, il modo di scrivere, la piattaforma o l’utente?
Questo è senz’altro un quesito interessante su cui si potrebbero spendere anche due paroline in più rispetto alle conclusioni spicciole che la rete sembra offrire fino ad ora.

Wikipedia, ad esempio, definisce il blog come un diario in rete, nel gergo di internet..

Personalmente credo che non sia sufficiente un solo fattore per definire un sito come blog.
Il solo fatto che un sito sia ospitato su blogger (nota piattaforma di blogging proprietà di Google) non è, a mio avviso, condizione sufficiente per guadagnarsi l’appellativo di blog. Ho visto progetti su Blogger che assomigliavano a guestbook, altri ancora che sembravano più una discarica di caratteri piuttosto che un blog.

Ritengo sia necessario valutare più aspetti, tra i quali:

  • Struttura
  • Contenuti
  • Forma
  • Personalizzazione

Vediamoli insieme.

La struttura di un blog

La struttura è probabilmente uno degli elementi che più caratterizza il blog. La maggior parte dei blog attualmente online si affida a piattaforme sviluppate appositamente e disponibili, più o meno gratuitamente, online.
Questo, inevitabilmente, provoca una normale standardizzazione delle caratteristiche che, col tempo, diventano requisiti per identificare un blog.

Oggigiorno il blog consiste in una struttura schematica dove ad ogni post (entry, messaggio, definitelo come preferite) è dedicata una pagina, dinamica o statica, contenente il messaggio ed alcuni strumenti accessori come commenti e trackback.
I commenti permettono ai visitatori di inviare dei feedback rispetto a quanto scritto dall’autore, il trackback è invece un sistema leggermente meno diffuso che consiste di ricevere notifiche da altri blog in seguito alla citazione di un nostro post.

Gli interventi sono generalmente associati a delle categorie tematiche che costituiscono, di conseguenza, il primo dei due archivi più comuni. Il secondo è l’archivio per data, dove è possibile navigare i messaggi inseriti in un periodo temporale stabilito: generalmente un mese.

A seconda delle necessità (e della piattaforma) il blog può offrire strumenti accessori, come ad esempio un motore di ricerca interno.

Altra componente oramai fondamentale nella struttura di un blog sono i feed. Sebbene le prime piattaforne ne fossero sprovviste, attualmente è difficile immaginare un blog senza un file RSS o Atom (o entrambi).
Non solo: le forme di blog più “alla moda” sono solite fornire diversi tipi di feed: contenuti, commenti e, negli ultimi tempi, podcast. E’ norma che un blog preveda aggiornamenti frequenti e non organizzati ed un feed risulta una componente quasi obbligata per agevolare gli utenti nella consultazione dei contenuti.

Ricapitolando fino a qui, per dirla in termini matematici
archivi tematici + archivi temporali + (commenti + trackback + contenuto = post) + servizi accessori = struttura di un blog

Ma è sufficiente? Direi di no.

Contenuti di un blog

Nel blog sono molto importanti i contenuti.
I messaggi di un blog sono generalmente una via di mezzo tra una notizia ed un articolo. Spesso presentano un piccolo summary che ne riepiloga il senso, anche nell’ottica della struttura del feed.

I contenuti generalmente sono riconducibili ad una o più categorie del blog e sono pubblicati secondo un ordine cronologico come le pagine di un diario.
Il blog normalmente non prevede tempistiche o scadenze per la pubblicazione. E’ l’autore ad organizzarsi e spesso il blog diventa un diario in internet dove raccogliere i propri pensieri più o meno di getto, senza porsi particolari ordini o schemi.
Postare su un blog dovrebbe essere un’azione naturale e non forzata da tempi o scadenze.

Forma di un blog

Strettamente legata ai contenuti è la forma di un blog.
Tipicamente in prima persona, i contenuti di un blog sono normalmente il frutto di commenti, riflessioni e rielaborazioni personali. Molti definiscono il blog come un monologo scritto o, se si preferisce, la trascrizione dei propri pensieri.
Anche nel caso di blog aziendali o commerciali (ultimamente è una forma di comunicazione molto adottata) i post risentono quasi sempre di una distorsione soggettiva e difficilmente non sono scritti in prima persona. Per i comunicati ufficiali si può sempre ricorrere ai classici bollettini o comunicati stampa.

Personalizzazione di un blog

A questo punto direi che c’è già sufficiente materiale per individuare un blog, ma possiamo ancora spingerci oltre.
Cos’è la prima cosa che quasi tutti (mi scusino gli esclusi) facevamo dopo aver comprato un diario (anche se di scuola)? Beh, ovviamente lo si personalizzava…
Anche i blog non sfuggono di certo a quest’antica abitudine e sfoggiano personalizzazioni di ogni sorta.

Template, grafica, forma e stile sono spesso assai differenti anche tra blog riconducibili alla stessa piattaforma.
Non solo, si rischia di trovare veramente di tutto. Qualche esempio? La localizzazione geografica del blog con geotag, l’elenco degli ultimi post, i dati personali dell’autore, un elenco di blog amici, un blogroll, foto e soprattutto diversi antipixel.
Come potevamo dimenticare queste iconcine di 80×15 px che oramai sembrano essere le vere icone grafiche del blog.

Cos’è il blog, in conclusione

Ma concludendo, cos’è realmente un blog?
Per come la vedo io, un blog è uno strumenti di comunicazione basato su una piattaforma che maggiormente si avvicina alle caratteristiche sopra descritte, ovvero un angolo di web dove raccogliere pensieri ed opinioni secondo gusti personali per comunicare ad altri utenti, in forma bidirezionale attraverso commenti e feedback, le proprie idee.
Il blog non è un forum, non è un guestbook e non è una chat, è il risultato di alcune di queste caratteristiche miscelate in una struttura più riconducibile ad un sito che offre però maggiore interazione tra chi scrive e chi legge.

A questo punto rigiro la domanda, curioso di ascoltare altre opinioni… cos’è per voi un blog?

Filed in Blog • Tags:


Comments

[...] non blog? questo è il dilemma. Come riconoscerli? tengo a precisare che l’idea del mio post Che cos’è un blog? l’ho avuta già qualche giorno prima. This entry was posted on Thursday, September 22nd, [...]

Marco says:

Ciao Simone,

Sto visitando per caso il tuo Blog passando attraverso due Blog, e scopro la migliore definizione di Blog…almeno fino ad ora. Sicuramente un articolo che linkerò in un eventuale post che richieda una definizione di Blog.

Claudio says:

Ciao Simone,

l’articolo mi sembra ben fatto, non tanto per le solite “dritte” che tutti cercano di fornire, quanto più sulla riflessione che hai curato intorno ad un tema, quello dei blog, che è diventato centrale in questi anni per molte persone di varie estrazioni sociali e culture, e su tante idee e bisogni comunicativi diversi.

LUCA says:

Ciao Simone,
mi interessava sapere come si fa a guadagnare con un blog, grazie in anticipo per l’informazione

rosita says:

Ciao Simone,
mi trovo a passare dal tuo blog per alcuni chiarimenti e devo farti i complimenti per la chiarezza e la sistemicità discorsiva.

potresti dirmi quali sono i blog con più lettori, se si tratta di blog informativo/culturali o quelli sui generis…?

E’ possibile guadagnare con un blog di tipo culturale?

grazie

Paolo says:

Ottima spiegazione. Molto chiara…

miryham says:

grazie per la tua spiegazione chiara e concisa… fossero tutti come te..

Flory Brown says:

Bravo, Simone, meglio di così non si poteva spiegare! Adesso coltivo l’illusione di gestire un “vero blog” e di venire accettata in alcuni aggregatori blog dalle alte pretese.

Silvy says:

Grazie. La tua spiegazione chiarissima mi é stata molto utile anche per lavoro.

ezia says:

scusami ma nn ho capito niente, io nn riesco piu’ a postare le mie note o dette link prendendo le immagini da google, mi chiede il blog o l’url o feed: io su feis ho una pagina mia personale, ho fondato una pagina, e sono amministratore e presidente di altre 2 pagine ma nn posso piu’ fare le note ti prego aiutami, io nn ci capisco niente. club-ezia fiore GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

remo says:

Invalido civile ed in difficoltà economiche ho scritto una richiesta di aiuto ad un blog di un politico con carica e blog pubbblico ed al prefetto – mi sono ritrovato la mia richiesta con tanto di nome ed indirizzo ed informazioni personali pubblicate da un miserabile giornale con sito in internet a disposizione dei tutto il mio paese per un anno intero – quando me ne sono accorto ho segnalato l’abuso ed è stato subito tolto.
Domanda ma potevano fare una cosa simile diffondere integralmente per mezzo internet sul sito del mio paese una lettera del genere?

Marty says:

Grazie spiegazione perfetta sintetica e comprensibile!!!!!!!
Thank you very much!
Se tutti i siti fossero cosí non ci sarebbe bisogno di fare ore e ore di ricerca solo per un semplice argomento!!!!!!!!!!!
XD

Add a Comment




Follow Me
    Random Quote