Blogo, un sondaggio un po' dubbio

In occasione del suo primo anno di attività Blogo.it, un network di blog commerciali italiani, festeggia inaugurando un sondaggio sulla blogosfera italiana.

Lo confesso, ho scoperto l'esistenza di questo sondaggio solo ieri e mi ha lasciato un po' perplesso.
L'idea è ottima, peccato che manchino molte informazioni in merito.

E' il primo sondaggio sui blog italiani e non avrebbe avuto senso riservarlo a Blogo. Per questo possono partecipare tutti i blogger interessati a far parlare della blogosfera italiana sulla base di dati affidabili.

I risultati saranno pubblicati il 10 dicembre 2005 con licenza Creative Commons in forma aggregata e ordinabile, con la possibilità di escludere i blog commerciali dal resto dei dati. I blogger che partecipano al sondaggio avranno accesso anche ai singoli dati del proprio sito.

Questo è quanto si legge nella pagina dedicata al sondaggio.
Non trovando alcun tipo di regolamento o informativa, ho deciso di accedere al post incriminato.

Anche lì purtroppo le informazioni non sono state per nulla esaurienti. Non c'è una data di scadenza per le votazioni, non ci sono informazioni di alcun tipo che diano modo ai blogger di capire in che modo

I blogger che partecipano, al termine del periodo di raccolta dati, avranno accesso anche ai singoli dati del proprio sito.

Nonostante questo, oggi ho deciso di compilare il sondaggio, come già feci per altri questionari legati a blog e feed.
Purtroppo, ogni mio tentativo di fornire le mie informazioni è stato vano poiché ad ogni invio un cortese messaggio mi informava che o avevo già compilato il form o non lo stavo compilando dalla pagina originale.

Peccato che arrivavo dal blog principale e non ho mai compilato prima quella form e dubito fortemente che qualcuno lo abbia fatto al posto mio siccome avrei (sempre secondo le loro informazioni) dovuto ricevere una email a sondaggio completato.

Che sia scaduto il tempo? E chi lo sa, non c'è alcuna data di termine se non quella del 10 come riferimento per la pubblicazione dei risultati.
Per ultimo, mi sento di appoggiare il commento di mirko considerando la presenza di premi in palio.

manca il regolamento, non vedo il deposito fidejussorio presso l’ente preposto…insomma dove stanno le garanzie?
la data del sorteggio presso la camera di commercio?

ci sono società che ci lavorano e che spendono per fare concorsi in piena regola…

se anche voi siete in piena regola è meglio che evidenziate subito le cose che vi ho segnalato, per distinguervi da chi invece pubblica le cose con grafica accattivante e cool, ma poi dietro lavora alla speraindio…

Intendiamoci, non che per questo ho cancellato blogo.it ed i suoi blog dai miei bookmarks, tuttavia avrei preferito maggiore trasparenza da uno dei più importanti network di blog in Italia.